La zattera di nessuno

Diario di una danzatrice tra abilità e disabilità

Mercoledì 6 Maggio 2015 alle ore 19,
presso la Biblioteca Quarticciolo, Via Castellaneta, 10

Incontro con l’autrice Piera Principe

ZATT webDopo gli anni di formazione iniziata in Italia nel 1974, Piera Principe si perfeziona a Parigi, New York e Boston. Fin dagli anni Ottanta apre la sua ricerca artistica alla musica jazz e all’improvvisazione danzando con diversi musicisti del panorama internazionale come Stefano Battaglia, Giorgio Gaslini, Daniele di Gregorio e Guido Mazzon. Dal 1999 al 2010 fa parte della compagnia Sosta Palmizi, diretta dalla danzatrice Raffaella Giordano, con cui si esibisce in Italia e all’estero. 

Coreografa e autrice dall’esperienza gestuale particolare (poli-fratturata a causa di un gravissimo incidente stradale), tornò sul palcoscenico nel 1989 dopo due anni di immobilità totale, vincendo lo Spazio Nuove Proposte al Concorso Vignale Danza con l’assolo Riservato poi ripreso nel ‘92 con la regia di Stefano Monti.

Dedica dai primi anni ‘90 la sua ricerca anche al limite-come-diversa-opportunità sia in campo formativo che artistico.
Dirige laboratori e masterclass in diverse università italiane e partecipa con La bellezza dello scarto a convegni e riflessioni sul Teatro Sociale. 

Danceability pure noi!

Giovedì 2 Ottobre 2014 ore 10:00 – 13:00

presso il Teatro Villa Torlonia – Via Spallanzani 5

Danceability pure noi!

Workshop di danceability
nell’ambito delle “incursioni” del Festiva Fuori Posto, in altri Festival Italiani.

condotto da Emilia Martinelli

Il principio da cui si parte è che tutti possono danzare, mettendo a frutto le proprie potenzialità  espressive, nel pieno rispetto delle diversità. Il lavoro che si propone non esclude, quindi, nessuno.

2_FUORIPOSTO_AffariDiFamiglia_fotoDi_FaustoPodavini

Il metodo di lavoro è quello della DanceAbility: i partecipanti sono attivamente coinvolti nel mettersi in gioco a livello di movimento e di espressione attraverso il corpo.

Il percorso proposto vuole stimolare la creatività dei partecipanti perché il corpo, sollecitato da immaginazione e sensazioni, liberi i propri potenziali espressivi. La danceabiliy ,nata e sviluppatasi grazie al contributo e alla sensibilità del ballerino e coreografo statunitense Alito Alessi (direttore della Joint Forces Dance Company), è una tecnica di danza e improvvisazione che permette a persone con differenti gradi di abilità fisica, anche con poche capacità “residue”, di confrontarsi e “agire” insieme. E’ utilizzata in moltissimi paesi del mondo, in contesti educativi e culturali, in laboratori con bambini, disabili, adolescenti, anziani, attori e danzatori professionisti.

Il laboratorio e’ aperto a qualsiasi esperienza ed abilita’ fisica. Rivolto a tutti coloro che vogliono trovare nuovi stimoli, a danzatori, attori, musicisti e a tutte quelle persone che vogliono mettersi in gioco danzando e liberando la loro innata arte poetica.

Il conduttore

Emilia Martinelli (Napoli, 1974), insegnante di danceability certificata dal creatore del Metodo Alito Alessi, è regista e autrice teatrale, operatrice sociale. Si è dedicata ad indagare e sviluppare la funzione del teatro e della danza come strumento di educazione ed integrazione sociale e culturale. Opera tra scuole, teatri, organizzazioni del terzo settore e centri di accoglienza, come conduttrice di laboratori di teatro e danceability, formatrice, progettista e consulente. È direttrice artistica della Compagnia Fuori Contesto e del Festival dell’Estate Romana “Fuori Posto – Festival di Teatri al Limite” giunto alla sua seconda Edizione.
Ha diretto anche i festival Social Street Art – due edizioni 2010 e 2011 e Affari di Famiglia 2011 – 2012.

Il laboratorio è gratuito e aperto fino ad un numero massimo di 20 persone.

Per partecipare è necessario prenotare inviando un messaggio all’indirizzo info@anticorpi-online.it


Nella Tempesta

Mercoledì 1 Ottobre 2014 alle ore 21
Teatro Biblioteca Quarticciolo – Via Ostuni 8

Il Centro Aggregativo MaTeMù (CIES) presenta

“NELLA TEMPESTA” (da William Shakespeare)

adattamento e regia GABRIELE LINARI

 

Nella Tempesta, per conoscersi, riscoprirsi.
Nella Tempesta ci si perde, si va alla deriva, per approdare in una nuova terra dove potersi cercare.

Palco2

Dopo l’esperienza dello spettacolo Altrove (Teatro Ambra Jovinelli di Roma, 2012, spettacolo che affrontava il tema dello “spaesamento” all’inizio di un percorso di migrazione), il gruppo teatrale del Centro MaTeMù approfitta del capolavoro di Shakespeare per analizzare le conseguenze dell’approdo.

Nella nostra Tempesta i superstiti al naufragio, giunti nell’isola magica di Prospero, sono costretti a domandarsi “Chi sono?” (più che “dove” sono). Ognuno di questi “migranti” ha l’occasione per tentare una nuova vita, esplorare una nuova identità… A meno che l’isola in cui sono giunti non offra le possibilità solo sotto forma di “sogno”…

Sulla scena giovani attori, musicisti dal vivo e ballerini, tutti frequentatori del Centro Aggregativo MaTeMù (CIES), autori –
assieme al regista e agli insegnanti di musica e danza – dell’adattamento, frutto di un percorso formativo iniziato a ottobre 2013.

Con: Matteo Branchi, Francesco Leon Ernesto De Marinis, Janet Ferramo, Jaclin Gallo, Jorge Gomes Do Nascimento,
Sepehr Khalili, Salima Khan, Janette Isabel Mecchia, Cesar David Nina Santos, Carlotta Petruccioli, Sofia Sittaccio,
Fatou Sokhna, Alessandro Ziccardi, Jose Manuel Alejandro, Alessio Bernardi, Marta Bertelli, Claudio Stefano Bruno Collantes, Giacomo Crepaz, Jacopo Decicco, Eugenio Delli Carri, Christian Demonte, Lorena Demonte, Matteo Di Gennaro,
Andrea Fusacchio, Jose Huertas, Tobia Khandan, Alice Peluso, Mark Joseph Soriano, Monique Yuma, Sandra Zareptha,
Gabriele Bermello, Elisa Casentini, Simona Pezzotti, Valerio Rosata, Gabriele Bermello, Danilo Cinotti,
Alessio Marchionni, Massimiliano Mattei, Rufus Ujay Jackson, Joel Peñaherrera Vargas

Musiche originali e preparazione musicisti: Andrea Pantaleone, Cristiano Urbani, Carlo Conti

Supporto tecnico e preparazione rapper: Gianluca Panaccione – Basi rap: Christian Demonte, David Pascignian

Insegnante canto: Sarah Dietrich

Coreografie: Elisa Saiko Ciprianetti

Video e riprese: Alessandro Bernardini, Cesar David Nina Santos, Luca Tommasini

Aiuto regia: Paolo Crisi, Adriano Rossi

Luci: Flavio Tamburrini

Adattamento e regia: Gabriele Linari

www.altamaneitalia.org

Dal sentire all’immaginare

Domenica 28 Settembre 2014 ore 10:00 – 15:00

presso l’Associazione di volontariato Isolabella del Municipio III
in Via Isolabella 7

Laboratorio di DanceAbility
“DAL SENTIRE ALL’ IMMAGINARE”

con Marco Ubaldi

Tutti i corpi sono in grado di esprimersi, anche quelli con differenti abilita’. Bisogna trovare il modo per lasciare che questo accada. Un modo per scoprire le abilita’ del proprio corpo, e’ quello di lasciar esprimere il corpo ed attraverso la danceability questo e’ possibile.

La natura ascoltata trasmette l’ arte e l’ umano diventa tramite e creatore.
Questo laboratorio e’ aperto a qualsiasi esperienza ed abilita’ fisica. Daremo importanza allo spazio esterno al corpo che ci connette agli altri. Spazio da arricchire e rendere estetico, nel senso, in cui tutti i nostri sensi stanno operando al massimo, in cui siamo presenti nel momento in cui stiamo ragionando su questa eccitante esperienza che stiamo vivendo e ci fa sentire totalmente vivi. Sensazioni, immagini, vissuti per raccontare, trasmettere, liberare e creare danza.

Il laboratorio e’ aperto a qualsiasi esperienza ed abilita’ fisica. Rivolto a tutti coloro che vogliono trovare nuovi stimoli, a danzatori, attori, musicisti e a tutte quelle persone che vogliono mettersi in gioco danzando e liberando la loro innata arte poetica.

Si consiglia di portare un testo qualsiasi di 5 righe a memoria e una canzone.

Il laboratorio è gratuito e aperto fino ad un numero massimo di 20 persone.
Per partecipare è necessario prenotare inviando un messaggio all’indirizzo info@anticorpi-online.it

Maggiori informazioni sull’autore e sul laboratorio in un documento scaricabile: WS-Danceability Marco Ubaldi

Mostra fotografica Sinestesie

L’Associazione Culturale Anticorpi, con il Patrocinio del Municipio III di Roma, presenta la mostra Sinestesie da lunedì 15 a lunedì 29 Settembre 2014 presso la Biblioteca Ennio Flaiano di Roma dove saranno esposte le immagini di Jessica Tosi vincitrice dell’omonimo concorso fotografico dal tema: l’integrazione attraverso il teatro.

Pronti alla piazza

Pronti alla piazza

In occasione dell’inaugurazione, lunedì 15 settembre dalle ore 17.00 alle ore 19.00, si svolgerà la premiazione della fotografa Jessica Tosi.

Le immagini di Jessica Tosi hanno come soggetto i laboratori di due gruppi di teatro di Roma: “Paradosso 38” e “Il Casaletto”. La fotografa ha catturato, da partecipante, i movimenti e le emozioni spontanee dei componenti dei due gruppi. Ne viene fuori una storia, fatta di immagini, che parla di integrazione e sostegno reciproco.

La mostra Sinestesie vuole raccontare il lavoro di associazioni che si occupano di teatro di integrazione sociale e che spesso trovano difficoltà a vedere riconosciuto il loro valore di espressione umana e artistica. Ma è anche il tentativo, attraverso la forza delle immagini fotografiche, di offrire al pubblico nuovi sguardi e riflessioni per scoprire la bellezza e il potenziale creativo del teatro.

L’ingresso è libero nei giorni di apertura della Biblioteca.
La mostra Sinestesie è realizzata con il patrocinio del Municipio III di Roma Capitale.

Sinestesie
Mostra fotografica di Jessica Tosi

Biblioteca Ennio Flaiano Via Monte Ruggero, 39 – 00139 Roma
Da lunedì 15 a lunedì 29 Settembre 2014

Orari: Dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 19.00
Venerdì dalle 9.00 alle 14.00 – Sabato dalle 9.00 alle 13.00

Anticorpi 4.0 – Selezione opere teatrali (aggiornamenti)

Aggiornamento 2014-08-18: il termine per la presentazione dei lavori è stato prorogato al 30 Agosto 2014

Aggiornamento 2014-07-17: il festival si svolgerà dal 1 al 3 Ottobre 2014 presso il Teatro Biblioteca Quarticciolo. Bando aggiornato all’indirizzo Anticorpi 4.0_BANDO_TEATRALE-rev1

Ci avviciniamo a grandi passi alla quarta edizione di Anticorpi, il nostro Festival di Teatro di  Integrazione Sociale.

Quest’anno si aprono le selezioni, rivolte alle compagnie di teatro e danza di tutto il territorio nazionale che operano in contesti sociali (educativi, riabilitativi, di assistenza, ecc.) e che con il loro lavoro promuovono l’integrazione tra arte e impegno sociale.

_DSG7489_web

Il bando di selezione è disponibile all’indirizzo Anticorpi 4.0_BANDO_TEATRALE e il termine per la presentazione dei lavori scade il 15 Agosto.

Lo staff di Anticorpi

Danza integrata

Sabato 8 Giugno 2013 ore 16:30 – 18:00

al Nuovo Cinema Palazzo, Piazza Sanniti 9/A (San Lorenzo)

Laboratorio di Danza Integrata

condotto da Marisa Brugarolas

Workshop aperto a gruppo misto di danzatori con e senza disabilità per creare un linguaggio comune tra diverse abilità. La danza contemporanea e il movimento scenico come elemento di costruzione.

L’esplorazione del movimento si concentra sulle Tecniche Somatiche (Alexander, Body Mind Centering) e Contact Improvisation. La danza si arricchisce quando sono nuovi movimenti ad entrarvi, quando il nostro corpo diverso racconta storie in modo diverso, quando si aggiungono voci diverse.

Rivolto a danzatori e persone diversamente abili (fisico/cognitive).

Il laboratorio è gratuito e aperto a tutti, fino ad un numero massimo di 20 persone.
Per partecipare è necessario prenotare inviando un messaggio all’indirizzo info@anticorpi-online.it

Marisa Brugarolas: Creatrice Spagnola e ricercatrice specializzata in Danza Integrata. Responsabile dal 2005 del progetto integrato Ruedapiés Danza. Formata in USA (Moving On Center e San Francisco State University), Amsterdam (School for New Dance Development) e Barcellona in danza contemporanea, Release, Contact Improvisation e Tecniche Somatiche di Movimento. Terapista in Movimento Somatico e Master in Arts interdisciplinari. Ha presentato i suoi spettacoli in Europa e USA. Attualmente sta svolgendo un periodo di residenza artistica presso l’Accademia di Spagna a Roma, con un progetto di ricerca e creazione sulla danza integrata.

 

La Cassetta delle Lettere

Martedì 22 Maggio 2012 alle ore 21 al Teatro Furio Camillo

LA CASSETTA DELLE LETTERE

Dal libro di racconti “La vendetta” di Agota Kristof

Tratto da un racconto di Agota Kristof, “La cassetta delle lettere” è la storia di un uomo cresciuto in orfanotrofio che, pur se adulto e perfettamente realizzato nel suo lavoro di scenografo, continuamente si interroga sulle sue origini. Continue reading