C’è del marcio in Danimarca

Giovedì 7 maggio 2015 alle ore 21
presso il Teatro Biblioteca Quarticciolo – Via Ostuni 8

la Compagnia dei Girasoli presenta

C’è del marcio in Danimarca

hamlet1

Di e con Shalva Amiranashvili, Riccardo Biliotti, Sara Bruscia, Andrea Carnevale, Sandro Casini, Barbara Ceroni, Ugo Colzani, Roberto D ́Aloisio, Rafaela De Maio, Amanda Fusi, Alberto Gentilini, Gianluca Giuntini, Marco Gozzi, Pietro Licari, Fiorella Lisi, Marta Mantovani, Marco Panti, Matteo Testi, Giuseppe Vuolato

Il progetto sull’Amleto parte da presupposti diversificati ed esigenze diverse, per andare a comporre una struttura drammaturgica pronta per essere messa in discussione. Infatti, come è consuetudine nel lavoro pluriennale di questo gruppo, lo spettacolo prende la sua forma effettiva attraverso l’improvvisazione e la creazione collettiva di personaggi e scene…

… I personaggi della nota tragedia shakesperiana ripercorrono le celebri vicende sul destino del principe danese e della sua corte tra dialoghi bizzarri, incursioni oniriche, dubbi e tentativi di interpretazione, doppie figure e maschere irrisolte, nel vano tentativo di districarsi tra le maglie della storia che vanno a raccontare.

Nella Tempesta

Mercoledì 1 Ottobre 2014 alle ore 21
Teatro Biblioteca Quarticciolo – Via Ostuni 8

Il Centro Aggregativo MaTeMù (CIES) presenta

“NELLA TEMPESTA” (da William Shakespeare)

adattamento e regia GABRIELE LINARI

 

Nella Tempesta, per conoscersi, riscoprirsi.
Nella Tempesta ci si perde, si va alla deriva, per approdare in una nuova terra dove potersi cercare.

Palco2

Dopo l’esperienza dello spettacolo Altrove (Teatro Ambra Jovinelli di Roma, 2012, spettacolo che affrontava il tema dello “spaesamento” all’inizio di un percorso di migrazione), il gruppo teatrale del Centro MaTeMù approfitta del capolavoro di Shakespeare per analizzare le conseguenze dell’approdo.

Nella nostra Tempesta i superstiti al naufragio, giunti nell’isola magica di Prospero, sono costretti a domandarsi “Chi sono?” (più che “dove” sono). Ognuno di questi “migranti” ha l’occasione per tentare una nuova vita, esplorare una nuova identità… A meno che l’isola in cui sono giunti non offra le possibilità solo sotto forma di “sogno”…

Sulla scena giovani attori, musicisti dal vivo e ballerini, tutti frequentatori del Centro Aggregativo MaTeMù (CIES), autori –
assieme al regista e agli insegnanti di musica e danza – dell’adattamento, frutto di un percorso formativo iniziato a ottobre 2013.

Con: Matteo Branchi, Francesco Leon Ernesto De Marinis, Janet Ferramo, Jaclin Gallo, Jorge Gomes Do Nascimento,
Sepehr Khalili, Salima Khan, Janette Isabel Mecchia, Cesar David Nina Santos, Carlotta Petruccioli, Sofia Sittaccio,
Fatou Sokhna, Alessandro Ziccardi, Jose Manuel Alejandro, Alessio Bernardi, Marta Bertelli, Claudio Stefano Bruno Collantes, Giacomo Crepaz, Jacopo Decicco, Eugenio Delli Carri, Christian Demonte, Lorena Demonte, Matteo Di Gennaro,
Andrea Fusacchio, Jose Huertas, Tobia Khandan, Alice Peluso, Mark Joseph Soriano, Monique Yuma, Sandra Zareptha,
Gabriele Bermello, Elisa Casentini, Simona Pezzotti, Valerio Rosata, Gabriele Bermello, Danilo Cinotti,
Alessio Marchionni, Massimiliano Mattei, Rufus Ujay Jackson, Joel Peñaherrera Vargas

Musiche originali e preparazione musicisti: Andrea Pantaleone, Cristiano Urbani, Carlo Conti

Supporto tecnico e preparazione rapper: Gianluca Panaccione – Basi rap: Christian Demonte, David Pascignian

Insegnante canto: Sarah Dietrich

Coreografie: Elisa Saiko Ciprianetti

Video e riprese: Alessandro Bernardini, Cesar David Nina Santos, Luca Tommasini

Aiuto regia: Paolo Crisi, Adriano Rossi

Luci: Flavio Tamburrini

Adattamento e regia: Gabriele Linari

www.altamaneitalia.org

Il Classico dei Classici

Giovedì 24 Maggio 2012 alle ore 21

presenta

Il Classico dei Classici

Uno studio su W. Shakespeare a cura dell’Associazione Culturale Adynaton
Realizzato con I RAGAZZI DELL’OFFICINA DI TEATRO SOCIALE
Giovani coinvolti in procedimenti penali o in condizione di disagio sociale e famigliare

Regia: EMANUELA GIOVANNINI

Due coppie di innamorati – Romeo e Giulietta e  Amleto e Ofelia – sono alle prese con dei rispettivi “cattivi” che, per motivi diversi, osteggiano il loro amore.  I protagonisti e i loro compagni di avventura si districheranno, quindi, tra duelli, intrighi, macchinazioni e idilliaci appuntamenti furtivi per un’opera che mette assieme la cultura classica con le nuove tendenze dello spettacolo, da Pulp Fiction al Rap.